fbpx
massaggio linfatico

Il massaggio linfatico a cosa serve?

Ultimamente ti senti le gambe gonfie e stanche. Continui a bere tanto, ma il gonfiore non va via. Il tuo medico ti consiglia di fare un massaggio linfatico per risolvere il problema.

Nel nostro corpo esiste un sistema tubolare chiamato sistema linfatico una importante rete di ghiandole e vasi che trasporta liquidi, proteine e grassi e si occupa di proteggere il corpo da attacchi patogeni. In alcuni casi questo sistema rallenta la sua funzionalità o va stimolato per migliorarne la sua efficienza e il massaggio linfatico manuale è spesso una alternativa molto efficace per ripristinare le sue funzionalità.

Il massaggio linfatico manuale trova applicazione in numerose problematiche in estetica e medicina. 

Acne: Il sebo si può accumulare nelle ghiandole sebacee e può portare all'acne. La sudorazione eccessiva e il consumo eccessivo di alimenti troppo grassi o con troppi zuccheri come carne di maiale, cioccolata e dolci fanno peggiorare l'acne. Nell'acne si presentano infiammazioni edemi. L'effetto drenante e depurativo del massaggio linfatico migliora chiaramente la reazione della pelle ai trattamenti terapeutici.

Cellulite: si tratta in effetti di un lipoedema cioè un accumulo di grasso sulle gambe e fianchi che colpisce sopratutto il sesso femminile. Le cause sono genetiche, ormonali e di uno stile di vita e alimentare scorretto. Posture sbagliate, sedentarietà e alimentazione scorretta troppo ricca di carne, insaccati, formaggi, e carente di sostanze nutritive della frutta e verdura, possono aggravare il problema. Il massaggio linfatico insieme ad un corretto stile di vita e alimentare risulta essere un aiuto fondamentale per favorire il drenaggio dei vasi linfatici e bloccare il progredire di questa patologia.

Disturbi articolari: sono problematiche di tipo infiammatorio che possono portare anche a problemi di deambulazione e condizionare la vita quotidiana. Il massaggio linfatico in questi casi insieme alle terapie convenzionali può essere di ausilio per ridurre gli edemi.

Cefalee ed emicranie: Le forme più comuni di mal di testa possono diventare molto più sopportabili con il massaggio linfatico sia durante gli attacchi, sia nelle pause fra un attacco e l'altro. L'effetto del massaggio linfatico è dovuto sopratutto alla sua azione analgesica e rilassante e anche antiedemizzante dei vasi della testa.

Edemi in gravidanza: per una serie di cambiamenti ormonali durante la gravidanza si produce una forte ritenzione idrica. Il massaggio linfatico produce un effetto antiedemizzante.

Sindrome premestruale: qualche giorno prima della comparsa delle mestruazioni alcune donne soffrono di disturbi come gonfiore alle caviglie alle gambe e al ventre che spesso si risolve nel giro di qualche giorno. Il massaggio linfatico insieme ad una adeguata dieta può risolvere il problema.

Edemi postraumatici e postoperatori: il linfodrenaggio si sta sempre più affermando in questo ambito per accelerare i processi di guarigione e diminuire gli edemi.

Le controindicazioni per il massaggio linfatico sono: affezioni della pelle, asma bonchiale e bronchiti asmatiche acute, flebiti trombosi e tromboflebiti, infezioni acute, insufficienza cardiaca scompensata, ipotensione e tumori maligni.

 

Guarda il mio video sulle cause della ritenzione idrica

 

Tags: Cellulite e ritenzione idrica

Condividi con i tuoi amici