fbpx

Integratori per eliminare la ritenzione idrica

Ormai tutte le farmacie sono piene di integratori per eliminare la ritenzione idrica dalle capsule agli estratti liquidi da bere. Probabilmente tutti questi prodotti ti creano confusione e spesso il tuo acquisto si base sul consiglio di una amica che si è trovata bene o del farmacista di fiducia. In questo articolo vorrei darti alcune informazioni per aiutarti ad una scelta consapevole

Normalmente gli integratori per la ritenzione idrica si dividono in 2 grandi categorie: estratti fluidi da diluire in acqua che hanno la caratteristica di aiutare anche a bere di più, ma sono meno concentrati come composizione e quelli in capsule costituiti da estratti secchi di vari fitoterapici e dunque più concentrati nella loro composizione.

1. Cos'è la ritenzione idrica 

La ritenzione idrica è un processo di accumulo di acqua nell'organismo che può essere localizzato in alcune parti del corpo come gambe fianchi braccia e basso ventre oppure un eccesso di acqua generalizzato che ti porta ad una sensazione di continuo gonfiore in tutto il corpo. Le cause sono diverse: Insulinoresistenza,Patologie autoimmunitare, Squilibri ormonali, ovaio policistico, Stasi veno-linfatica, Farmaci, Disordini alimentari.

2. Integratori fitoterapici per la ritenzione idrica

Le piante che trovano maggiormente impiego per la ritenzione idrica sono quelle ad attività tonica sul sistema venoso e linfatico, le piante con attività drenante e le piante ad attività antiossidante. 

  • Centella asiatica: è una pianta erbacea del Madagascar utilizzata come flebotonico mantenendo in buona salute la parete del sistema venoso e del suo connettivo. Per la sua efficacia viene utilizzato anche per la cellulite edematosa. La forma efficace è la frazione triterpenica con una posologia di 60 mg/giorno.
  • Ippocastano: è un albero spesso presente come piante ornamentale in giardini e parchi pubblici. Ha proprietà di ridurre sensibilmente la permeabilità capillare diminuire l'infiammazione e migliorare il drenaggio linfatico. Inoltre favorisce la rimozione dei liquidi interstiziali accumulatisi. Il suo principio attivo è l'escina utilizzati sia in pomata che come estratto secco in capsule. Vanno assunti 100-150 mg di escina al giorno
  • Rusco (pungitopo): è una pianta del sottobosco sempreverde utilizzata anche come pianta ornamentale. Le sua indicazioni più importanti sono relative agli stati infiammatori del sistema venoso e linfatico, insufficienza venosa e cellulite. Il suo principio attivo sono le saponine. La posologia è di 200-400 mg 2/3 volte al giorno.
  • Betulla: è un elegante albero che può superare anche i 20 m di altezza e che si trova spesso nei giardini. Viene utilizzato sia come diuretico anche per prevenire la formazione di renella e calcoli nelle vie urinarie, per disinfettare le vie urinarie insieme alle foglie di uva ursina, per gli edemi degli arti inferiori da insufficienza venosa e cellulite.  La forma più efficace è l'estratto secco con una posologia di 200-400 mg pro dose. A causa della presenza di salicilati è controindicato nei soggetti con allergia ai salicilati e all'aspirina.
  • Orthosiphon: detto anche tè di Giava è una pianta originaria dell' Indonesia. La sua efficacia è quella di favorire l'escrezione renale di cloruro di sodio e quindi di acqua. Per questo trova applicazione in tutte l forme di ritenzione idrica. Per esplicare la sua attività deve essere titolato in flovonoidi 300-500 mg 1-2 volte al giorno. Può interferire con diversi farmaci diuretici e antipertensivi come calcioantagonisti, digitalici o nitroderivati. Va assunta solo sotto prescrizione medica
  • Pilosella: è una piccola pianta erbacea comune nelle nostre campagne. Ha una forte attività diuretica e antinfiammatoria grazie alla presenza di cumarine, flovonoidi e triterpeni. Viene spesso utilizzato come estratto fluido da assumere 30-50 gocce tre, quattro volte al giorno

3. Gli integratori più efficaci per la ritenzione idrica

 Tra le tante formulazioni per la ritenzione idrica le più efficaci sono quelle costituiti da estratti secchi spesso presenti in capsule con diverse tipologie di fitoterapici per avere un effetto sinergico. In base all'effetto desiderato si possono trovare diverse composizioni. Spesso gli integratori più efficaci per la ritenzione idrica contengono contemporaneamente più tipologie di piante con attività flebotonica, diuretica e antinfiammatoria. Un buon prodotto per la ritenzione idrica deve sicuramente contenere Centella asiatica, Betulla, Rusco, flavonoidi, facendo attenzione però ad eventuali ipersensibilità o allergie ai singoli componenti. Oltre questi componenti una maggiore efficaci può essere data dalla presenza di Ananas come antinfiammatorio e antiedemigeno, vitamina C e vitamina E come antiossidanti.

Districarsi nelle numerose formulazioni non è facile. è consigliabile sempre rivolgersi ad uno specialista, sopratutto in presenza di patologie del sistema circolatorio o allergie

 

Guarda il video sui 5 consigli utili per la ritenzione idrica

 

Vuoi ricevere altri articoli come questo oppure richiedere informazioni sulle consulenze del dr Uliano?

Compila il seguente form

Ex articolo 13 del Regolamento UE 2016/679 ("Codice in materia di protezione dei dati personali") prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti.

Leggi l'Informativa privacy.

Form by ChronoForms - ChronoEngine.com

 

Tags: Dimagrire, Cellulite e ritenzione idrica, Integratori, Integratori per la salute

Condividi con i tuoi amici