fbpx

Probiotici e Fermenti lattici: cosa sono, cosa servono, come prenderli

Probabilmente il tuo medico almeno una volta nella tua vita te li ha dati, ma ne hai sentito molto parlare nelle situazioni inerenti al colon irritabile, diarrea, ma in alcuni casi anche nelle allergie e nelle patologie della pelle e dell'intestino come la colite ulcerosa. Vediamo cosa sono, a cosa servono e come prendere i probiotici detti anche fermenti lattici.

1. Cosa sono i probiotici

Nel secolo scorso uno dei più grandi immunologi Ilia Mecnikov presentò alla comunità scientifica il ruolo benefico del latte fermentato. Quel latte fermentato fu battezzato Yogurt. Egli ipotizzò che la presenza dei batteri nell'intestino potesse influenzare positivamente la salute e la longevità dell'uomo. Questa sua affermazione era dovuta all'osservazione che le popolazioni balcaniche avevano una grande longevità grazie al largo consumo di yogurt. Sulla base di queste considerazioni fu il primo della storia a produrre il primo farmaco a base di probiotici. Lo battezzò "Le ferment"

Il termine probiotico significa letteralmente "a favore della vita" e sono dei microorganismi con effetti positivi sulla salute capaci di colonizzare la flora intestinale. Per avere una idea di quanti microrganismi buoni abbiamo nel nostro organismo basta pensare che circa il 30-50% del volume del contenuto del colon è composto da microbi. Sono circa 500 specie diverse. Noi formiamo cibo per questi microorganismi e loro in cambio ci danno sostanze utili come acidi grassi a catena corta, vitamine B e K.

I probiotici ad uso integrativo che vengono comunemente venduti in farmacia devono avere le seguenti caratteristiche:

  • resistere all'acido cloridico dello stomaco e alla bile
  • aderire alle cellule intestinali
  • colonizzare il tubo digerente umano
  • produrre sostanze antimicrobiche come acido lattico, acido acetico, proteasi, acqua ossigenata
  • difendere dai batteri patogeni
  • esssere stabili nei processi di preparazione dell'integratore

I probiotici si dividono in 3 grandi categorie:

  1. Lactobacillus
  2. Bifidobacterium
  3. Altri come Bacillus cereaus, Clostridium butyricum, Escherichia coli, Saccaromices boulardii ecc

fermenti lattici cosa sono e come prenderli

Molti di questi probiotici sono coperti da brevetto e depositati e spesso li troviamo pubblicizzati in vari prodotti alimentari come yogurt o bevande a base di yogurt sponsorizzati come efficaci per la salute dell'intestino.

2. Cosa servono i probiotici  

 I probiotici sono organismi buoni che hanno diverse azioni sul nostro organismo

  • evitano il contatto fra i batteri patogeni e le cellule delle nostre mucose, bloccando i processi infiammatori ed infettivi
  • modulano il sistema immunitario attraverso la produzione di sostanze (citochine) antinfiammatorie
  • soppressione della crescita di batteri patogeni
  • stimolano la produzione molecole che tengono intatta la mucosa (zoludina)

3. Indicazioni cliniche dei probiotici

Le evidenze per l'utilizzo dei fermenti lattici e dei probiotici sono numerose. Vediamone solo alcune:

  1. Diarrea acuta infettiva e da antibiotici. Per queste condizioni sono efficaci i lattobacillus acidophilus e bulgaricus e lactobacilllus GG. Inoltre l'utilizzo sinergico con saccharomyces boulardi potenzia l'effetto di questi probiotici
  2. Malattie croniche intestinali. Per il morbo di Crohn e per la rettocolite ulcerosa riscontri positivi regolando il sistema immunitario dell'intestino utilizzando streptococcus thermophilus; bifidobacteriumbreve; bifidobacterium longum; bifidobacterium infantis; lactobacillus acidophilus;lactobacillus plantarum; lactobacillus paracasei; lactobacillus delbrueckii subsp.bulgaricus;
  3. Sindrome del colon irritabile. Il colon irritabile trova un forte giovamento dall'ultilizzo di probiotici in particolare lactobailli e bifidobacteri. L'ultilizzo di probiotici aiuta sopratutto l'alternanza di stitichezza e diarrea e meteorismo intestinale.
  4. Altri compi di applicazione dei probiotici sono nelle allergie, patologie autoimmunitarie come la psoriasi, e cancro al colon.

a cosa servono i fermenti lattici e i benefici dei fermenti lattici

4. Come prendere i probiotici

Le numerose formulazioni a base di fermenti lattici creano molta confuzione. Come abbiamo visto nei paragrafi precedenti un buon probiotico deve avere determinate specifiche di produzione e carattaristiche. Inoltre le formulazioni devono contenere una buona quantità di prebiotici. I prebiotici sono ingredienti alimentari non digeriti capaci di stimolare i ceppi microbici Tra i prebiotici quelli più importanti sono i frutto-oligosaccaridi (FOS)  e i galatto-oligosaccaridi (GOS), il lattosio e l'inulina. Agiscono come substrati di nutrimento dei batteri lattici. 

5. Curiosità sui fermenti lattici

Nonostante si chiamino fermenti lattici la maggior parte delle formulazioni di probiotici non contiene lattosio e dunque sono assolutamente sicuri per chi ha una intolleranza al lattosio

 

Vuoi ricevere altri articoli come questo oppure richiedere informazioni sulle consulenze del dr Uliano?

Compila il seguente form

Ex articolo 13 del Regolamento UE 2016/679 ("Codice in materia di protezione dei dati personali") prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali. Secondo la normativa indicata, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti.

Leggi l'Informativa privacy.

Form by ChronoForms - ChronoEngine.com

 

Tags: Intestino e alimentazione, Autoimmunità e alimentazione, Cancro e alimentazione, Stitichezza, Probiotici e prebiotici, Integratori per la salute

Condividi con i tuoi amici